Probabilmente quando pensate alla Cina pensate ai grattacieli di Shanghai, oppure all’eredità imperiale e all’inquinamento di Pechino, non di certo ai parchi. E invece i parchi pubblici sono una parte fondamentale della Cina e uno di quei luoghi che non potete perdervi per entrare a contatto con una parte importante della cultura cinese. E poi sono gratuiti e bellissimi.

In Cina, infatti, i parchi pubblici sono dei luoghi di aggregazione dove persone di tutte le età si recano per passeggiare, fare esercizio fisico, dare libero sfogo alla propria creatività o riposarsi all’ombra con la pancia di fuori (la maglietta alzata è un must in Cina!).

Il parco nel sito UNESCO del Buddha gigante di Leshan

Oltre a ritrovarvi in un’oasi di pace, visitare i parchi in Cina significa entrare in contatto con alcuni aspetti caratteristici della cultura cinese:

L’esercizio fisico

L’esercizio fisico mattutino è un’abitudine di vita per i cinesi, che si recano nei parchi molto presto per mantenersi attivi. Oltre a fornire bellissimi luoghi dove poter camminare, i parchi pubblici cinesi sono spesso forniti di attrezzatura da palestra che chiunque può utilizzare gratuitamente.

Se tradizione vuole che l’esercizio fisico vada fatto tutte le mattine, non è nemmeno difficile incontrare persone di ogni età fare esercizio fisico ovunque ci sia la possibilità. Quando vivevo in un campus cinese, sia la salita che portava all’alloggio che la pista di atletica erano perennemente piene di anziani che camminavano per mantenersi in forma. Una cosa curiosa è che molti di loro camminano anche all’indietro 😉

Sia al campus che nei parchi ho provato a vedere persone anziane fare esercizi fisici impegnativi senza avere un minimo di fiatone. Per non parlare della loro elasticità impressionante!

Se visitate qualche parco la mattina, molto presto, troverete gruppi di persone che praticano esercizio fisico sia individuale che di gruppo tramite discipline come il Kung Fu o il Tai Chi, con le sue varianti come quelli con le spade o i ventagli rossi, che sono meravigliose da guardare.

Anche se significa alzarsi più presto di quanto vorremmo, assistere a questi momenti di esercizio è sempre un ottimo modo per entrare in contatto con la popolazione locale e rimanerne affascinati.

Balli, canti e giochi di gruppo

In Cina, come in molti altri paesi, c’è qualcosa che noi abbiamo perso ormai quasi completamente: il senso di comunità, la dimensione collettiva del vivere. Il senso di comunità qui è ancora molto forte e i parchi pubblici ne sono una dimostrazione. Non c’è bisogno di darsi appuntamento, vai al parco e ti unisci a qualche gruppo.

A qualunque orario della giornata, i parchi sono frequentatissimi dai più anziani. Li si vede con i nipotini, oppure con gli amici a giocare a Mahjong, scacchi, carte o altri giochi di gruppo. C’è anche chi si cimenta con il nastro colorato o chi lavora a maglia.

Parchi Mahjong Cina
Il gioco del Mahjong

Un’altra cosa che vi apparirà chiara dopo aver visitato un parco pubblico è che i cinesi amano la musica! Secondo la tradizione confuciana, la musica è manifestazione di ordine e armonia.

Qualche volta li si vede camminare tranquillamente per la città con una radio portatile in mano e la musica a tutto volume, come se niente fosse! Più di una volta, poi, mi è capitato qualche taxista canterino o che tra un semaforo e l’altro tirasse fuori la fisarmonica dal taschino.

Uno dei passatempi preferiti dei cinesi, infatti, è quello di cimentarsi con il canto nei KTV, i locali di karaoke presenti in tutte le città (esperienza che vi consiglio di fare durante un viaggio in Cina!).

Non mancano quindi nei parchi pubblici le comitive di cantanti armati di microfono ad animare la vita del parco. La cosa divertente è che ogni gruppo ha la propria radio con la propria musica, quindi c’è un bel casino. In un parco a Kunming abbiamo anche visto i misuratori di decibel nella zona adibita al canto!

Parchi-pubblici-Cina-anziani-cantano
Questi erano organizzatissimi per cantare!

Ma se amano così tanto la musica e l’esercizio fisico, quale modo migliore per unire queste due passioni se non ballando?

Non appena metterete piede in Cina ve ne renderete conto, ci sono gruppi di ballo in ogni dove e a tutte le ore, ma soprattutto la sera. Durante la visita ai parchi pubblici cinesi vi accorgerete ancora di più di quanto si divertano a ballare. Anche qui ci sono diversi gruppi con diverse radio con diverse musiche e potrete unirvi a qualsiasi gruppo e cercare di imitare la coreografia, il divertimento è assicurato! L’importante per loro è muoversi, non per forza imparare a ballare, quindi vi farete delle belle risate.

Persone che ballano al parco in Cina
Un gruppo di ballo

Stranezze cinesi

Tra le cose più strane che ho visto in Cina, sicuramente non può mancare la pratica della pulizia delle orecchie nei parchi pubblici! Mentre tu sei seduto a bere un ottimo tè cinese circondato da pace e natura, ecco che arrivano questi uomini con dei camici bianchi che per pochi euro ti puliscono le orecchie dal cerume davanti a tutti. Ovviamente non ce lo siamo fatti fare, vedere gli altri era già troppo (vi risparmio la foto)!

Un’altra stranezza si può trovare al People’s Park di Shanghai ed è il cosiddetto Marriage market, una sorta di mercato per single in cerca di matrimonio. Nei weekend, al pomeriggio, i genitori di figli single aprono un ombrello al parco con un cartello che elenca le caratteristiche del figlio che si vuole far sposare come età, altezza, lavoro e guadagno. Qui cercano un partner ideale tra tutti i cartelli riposti negli ombrelli appoggiati a terra. Con le nuove generazioni è diverso perché hanno libertà di scelta, ma tradizionalmente il matrimonio è considerato un affare dell’intera famiglia.
Se vi interessa l’argomento, potete guardare il telefilm sul Netflix che ho già citato quando ho parlato della cultura dei love hotel in Giappone. Di questo “marriage market” si parla nel sesto episodio della docu-serie della giornalista britannica intitolata ” Christiane Amanpour: Sex & Love Around the World”, la trovate su Netflix.

parchi pubblici cina
Tutti a guardare la monetina che cade nell’acqua

Natura, equilibrio e Fengshui

Quando ho studiato in Cina per un anno, una cosa che ho trovato molto interessante è che i cinesi hanno tra le materie obbligatorie lo studio il Fengshui ( 风水 letteralmente: vento-acqua), la teoria taoista della composizione. I parchi cinesi – così come le città – seguono i principi del Fengshui, che serve per trovare l’equilibrio e convogliare l’energia positiva (il Qi 气). Tutti gli elementi, dai piccoli ponti ai laghetti e agli edifici, sono disposti secondo questa filosofia.

parchi-pubblici-Cina-cultura-cinese

Una cosa è certa: i parchi in Cina sono il luogo ideale dove ripararsi dal caldo estivo o dove fuggire dal traffico e dal caos. Sono presenti in tutte le città e sono sempre curati e meravigliosi. I miei preferiti sono sicuramente il parco di Beihai a Pechino e il Green Lake Park di Kunming!

Spero che questo articolo vi sia servito per scoprire un aspetto della cultura cinese di cui si sa poco!

Vi ricordo anche che se state organizzando un viaggio in Cina (qui la mia guida completa aggiornata) potete iscrivervi al nostro gruppo Facebook “Cina fai da te” per ulteriori consigli e informazioni!

Ecco infine alcuni post che potrebbero essere utili per scoprire la Cina:
La vita parallela sui treni notturni in Cina
Cina: il Buddha gigante di Leshan e il Monte Emei, appena fuori Chengdu
La Cina Tibetana: Shangri-La e la Gola del Salto della Tigre
Harbin, la città cinese fatta di ghiaccio

10 Comments

  1. Oddio! Non potrei mai sopportare di vedere la pulizia delle orecchie… è una cosa che mi disgusta solo a sentirne parlare! 🙁
    A parte questa pessima “usanza”, tutto il resto è magnifico e le foto di questo articolo sono davvero spettacolari! I parchi cinesi devono essere una di quelle cose che ti restano nel cuore… Credevo che i film esagerassero con tutti quei nonnini mattinieri impegnati nelle varie discipline, e invece è così anche nella realtà! 😀

    • Ciao Jessica, grazie mille! Hahaha sì quella è abbastanza ripugnante 😂 per fortuna non sono ovunque! I parchi sì, sono dei luoghi quasi magici, si apre un altro mondo rispetto al resto delle città 😍 è bello perché qui la gente non è di fretta quindi si riesce anche ad interagire con i cinesi anche solo a gesti

  2. Il Marriage Market ahahah ci devo andare ;P Comunque non immaginavo che i parchi pubblici fossero anche attrezzati per fare lo sport in Cina. Questa è una vera sorpresa devo ammetterlo!

    • Hahaha sì il marriage market è abbastanza assurdo, ma d’altronde quando si parla di Cina non mi stupisce più niente e la amo anche per questo 😂 i parchi sono davvero meravigliosi, sia bellissimi e curatissimi che curiosi per capire un po’ di più un popolo così particolare e diverso ☺

  3. Interessante e curioso questo articolo! Certe abitudini sono un po’ stravaganti agli occhi di noi occidentali (la pulizia delle orecchie!), ma è il bello di scoprire altre culture! 😊

    • Grazie mille! Sì direi molto stravaganti ma anche estremamente interessanti, scoprirle aiuta a realizzare quanto poco sappiamo in realtà delle altre culture ☺

  4. Non conoscevo il tuo blog lo ammetto, ma questa rubrica sui Popoli e le Culture mi ha entusiasmato! E’ proprio quello che mi interessa e mi stuzzica di più quando comincio ad “avvicinarmi” a un viaggio e a una destinazione. Ti seguirò!

    • Grazie mille Valeria 😍 anche per noi conoscere i popoli dei paesi che visitiamo è importantissimo ed è sempre bello scoprire nuove culture e abbattere barriere e pregiudizi ☺

  5. Aahahaha, la pulizia delle orecchie in pubblico mi mancava. So che i cinesi sono particolari, ma non pensavo fino a questo punto! 🙂

Lasciaci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: