Sappiamo che per tante persone organizzare un viaggio è una delle parti più belle del viaggiare, ma per noi, aihmè, non è mai stato così! Organizzare i viaggi fai-da-te può essere stressante, specialmente per chi come noi non ama scoprire troppo della destinazione prima di vederla per la prima volta.

Se sei anche tu come noi, siamo contenti di aiutarti a risparmiare la fatica di cercare informazioni su mille siti e guide diverse. Di seguito abbiamo riassunto tutto ciò che devi sapere per organizzare un viaggio on the road in Portogallo.

 Come organizzare viaggio in Portogallo

1. Acquistare i voli per il Portogallo

Il primo passo da fare è, ovviamente, acquistare i voli per il Portogallo. Potete utilizzare Skyscanner per verificare quali giorni e con quale compagnia aerea spenderete meno.
Tenete in conto che, per quanto il Portogallo possa sembrare piccolo, le distanze da percorrere in auto per vedere tutti i posti meravigliosi sono piuttosto significative.

Per questo motivo, vi consigliamo di abbozzare prima ad un itinerario, a seconda del tempo che avete a disposizione, e solo dopo di acquistare i voli. Noi, ad esempio, avevamo ingenuamente preso sia andata che ritorno su Lisbona e abbiamo dovuto cambiarne uno dei due (non con poca fatica) per non sprecare troppo tempo in auto.

Gli aeroporti principali sono quelli di Porto, nel nord del paese, di Lisbona nel centro, e di Faro, a sud-est.

Se volete percorrere quasi tutta la costa, può avere senso arrivare a Porto e partire da Faro.
Noi abbiamo deciso di non arrivare fino a Faro per mancanza di tempo e abbiamo preferito atterrare a Porto e ripartire da Lisbona, in modo da tenere meno possibile la macchina a noleggio e risparmiare un bel po’.

Come organizzare un viaggio in Portogallo

2. Noleggiare l’auto in Portogallo

Dopo aver acquistato i voli, vi consigliamo di bloccare subito l’auto a noleggio. I prezzi dei noleggi auto in Portogallo non sono esattamente economici, ma ci sono alcuni “trucchetti” da tenere a mente e da considerare durante qualsiasi viaggio on the road per risparmiare qualcosina.

Come per tutti i paesi, riconsegnare l’auto in un posto diverso da quello da cui lo si ritira ha un costo in più. La nota positiva, però, è che ritirando e riconsegnando l’auto in città e non in aeroporto, si risparmia sempre qualcosa. Il modo migliore per risparmiare, quindi, sarebbe quello di prendere e restituire l’auto nello stesso punto, evitando l’aereoporto.

Scegliere la compagnia con cui noleggiare l’auto non è stato semplice, infatti è stata l’ultima cosa che abbiamo fatto. Alla fine, abbiamo scelto il noleggio con Centauro e abbiamo acquistato l’assicurazione totale, come facciamo in ogni viaggio on the road. Grazie alla formula premium, non abbiamo dovuto lasciare un deposito e il secondo guidatore era incluso, così abbiamo potuto darci il cambio alla guida. Se decidete di optare per questa compagnia, vi consigliamo di guardare sul loro profilo instagram se ci sono dei codici sconto attivi.

Il ponte 25 Aprile, a Lisbona

Attenzione a ricordarvi di noleggiare anche il Via Verde quando ritirate l’auto. Il Via Verde è il dispositivo che serve per pagare i pedaggi sulle autostrade portoghesi, una sorta di telepass da prendere a noleggio per evitare di ricevere multe per il mancato pagamento. Basta imboccare la corsia del via verde, proprio come nelle nostre autostrade, e a fine viaggio (con qualche giorno di ritardo) la compagnia di noleggio vi scalerà l’importo dovuto.

Ricordatevi anche che per noleggiare un’auto è quasi sempre richiesta una carta di credito a nome del guidatore principale, con le lettere in rilievo. Se non l’avete o non avete la possibilità di farla, in Portogallo ci sono delle compagnie locali che permettono di noleggiare l’auto senza carta di credito, purché venga riportata allo stesso posto. Con Centauro si può pagare anche con la carta di debito (non carte prepagate).

Inoltre, in Portogallo l’età minima per poter noleggiare un’auto è 25 anni. Alcune compagnie però, tra cui Centauro, la noleggiano anche a giovani tra i 19 e i 24 anni, con il pagamento di un supplemento.

Come organizzare un viaggio in Portogallo
Ponta de Piedade, Algarve

3. Scegliere l’itinerario di viaggio

Ecco la cosa più difficile da fare durante l’organizzazione di un viaggio on the road in Portogallo: scegliere un itinerario adatto al tempo che si ha a disposizione!

Il Portogallo è un paese che offre moltissimo e non è sempre facile scegliere cosa vedere e cosa dover escludere. Noi abbiamo cambiato idea mille volte, potete leggere cosa abbiamo visitato noi e qualche consiglio extra nell’articolo dedicato al nostro itinerario di 14 giorni in Portogallo.

Quello che vi consigliamo è di non cercare di vedere tutto in poco tempo, ma di dare priorità a ciò che vi interessa maggiormente. Ve lo godrete molto di più!

Come organizzare un viaggio in Portogallo
Setúbal, Castello di San Filippo

4. Scegliere gli alloggi in Portogallo

Noi abbiamo prenotato gli alloggi circa un mese prima della partenza (agosto per settembre) ed i prezzi che abbiamo provato erano molto più alti di quel che ci aspettavamo.

Se vi piace dormire in ostelli o b&b con bagni in comune, la scelta è ampia e piuttosto economica. Per camere con bagno privato, invece, il prezzo raddoppia (circa 70/80€ a notte in due). Per questo vi consigliamo di prenotare con largo anticipo, per assicurarvi di trovare buone soluzioni a prezzi non troppo alti.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è che i b&b (che è la categoria di alloggio che abbiamo scelto noi) sono spesso in edifici piuttosto vecchi, alti e stretti, quindi mettete in conto di dover fare delle rampe di scale con la valigia.

Itinerario viaggio due settimane Portogallo
Dani su un “elevador” a Lisbona

5. Cosa mettere in valigia (se si visita il Portogallo in estate)

Per quanto possa fare caldo di giorno, di sera si muove l’aria e fa piuttosto fresco. Lungo la costa inoltre, specialmente se non è una giornata di sole, il vento può essere forte e fare anche freddo!

Se visitare il Portogallo nei mesi estivi, vi consigliamo di portare sempre con voi un maglioncino per la sera e una giacca leggera per la costa.

A inizio settembre, quando siamo andati noi, spesso la sera usavamo i pantaloni lunghi e a volte anche la giacchetta leggera sopra al maglioncino. Le previsioni del tempo incidono molto sul tempo che si può trovare in Portogallo, ma noi vi consigliamo di essere preparati sia per il molto caldo sia per giornate un po’ più fresche.

Speriamo che questi consigli vi siano utili per organizzare un viaggio on the road in Portogallo adatto alle vostre esigenze! Se avete altre domande lasciateci un commento e saremo felici di aiutarvi 🙂

Leggi anche: Portogallo on the road: itinerario di 14 giorni

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It