Quando ho scoperto l’esistenza della Grotta di Fingal sull’Isola di Staffa, in Scozia, me ne sono innamorata all’istante. Staffa è un’isola minuscola fatta di colonne basaltiche esagonali ed è abitata da centinaia di pulcinelle di mare.

Durante tutti i nostri viaggi in Scozia abbiamo avuto la fortuna di visitare diverse isole, come la bellissima isola di Skye, ma l’Isola di Staffa, con la sua Grotta di Fingal, è davvero unica nel suo genere.

Negli anni sono tantissime le personalità storiche che hanno visitato l’isola e sono rimasti affascinati dalla sua bellezza, dalla Regina Vittoria nel 1847, al pittore romantico William Turner, passando per gli scrittori Stevenson e Jules Verne, fino ai Pink Floyd!

Isola di Staffa, Scozia
L’incredibile struttura geologica dell’Isola di Staffa

L’isola di Staffa

L’isola di Staffa fa parte dell’arcipelago delle Ebridi Interne ed è visitabile a partire da altre due isole, ovvero Iona e Mull. Noi abbiamo fatto un bellissimo itinerario di 10 giorni in Scozia visitando tutte e tre queste isole e non possiamo che consigliarlo a chiunque perché siamo passati per paesaggi meravigliosi e molto diversi tra loro.

Staffa è unica nel suo genere, infatti è un’isola di circa di 0,34 km² costituita da colonne di roccia vulcanica. Il nome stesso dell’isola, datole dai vichinghi, significhi “isola di pilastri”.

Essendo un’isola disabitata, coperta da un manto verde, ospita colonie di vari uccelli marini come gazze marine e pulcinelle di mare, che si possono avvistare tra maggio ed agosto.

Pulcinelle di mare sull'Isola di Staffa
Pulcinelle di mare Staffa

Le colonne esagonali di Staffa: leggenda e realtà

Le colonne esagonali di Staffa si sono formate circa 60 milioni di anni fa in seguito ad un’eruzione vulcanica. La lava, a contatto con l’acqua fredda dell’Oceano Atlantico, si è solidificata formando i pilastri basaltici, esattamente come successe per il Selciato del Gigante (Giant’s Causeway), in Irlanda del Nord. Non solo, infatti si pensa che entrambe siano state create dalla stessa colata di lava e che un tempo fossero collegate tra di loro, prima che l’erosione causata dalle onde del mare le separasse.

La Scozia, così come l’Irlanda, ha moltissime leggende folkloristiche. Tra queste c’è la leggenda del Selciato del Gigante, secondo cui questo percorso fu costruito dal gigante irlandese Finn MacCool per andare in Scozia a sconfiggere il suo rivale, il gigante scozzese Benandonner. Ovviamente il finale della storia cambia a seconda della persona che ve la racconta, sia gli scozzesi che gli irlandesi dipingono i propri giganti come vincitori.

L'isola di Staffa e le sue colonne basaltiche

La Grotta di Fingal

La Grotta di Fingal, come le altre grotte dell’isola, si è formata per opera delle onde che hanno sgretolato i pilastri basaltici nei punti in cui erano più fragili. In alcuni momenti, l’eco prodotto dal movimento delle onde che si infrangono all’interno della grotta creano un suono simile ad una melodia.

La Grotta di Fingal

Grazie alla passarella naturale formata dalle colonne basaltiche è l’unica grotta dell’isola raggiungibile a piedi, fino ad entrare dentro.

Le colonne esagonali di Staffa

Come arrivare sull’isola di Staffa

L’isola di Staffa è raggiungibile in barca a partire da Fionnphort, sull’Isola di Mull, oppure dall’Isola di Iona. L’unico modo è quello di partecipare a dei tour, che vengono offerti tra aprile e ottobre.

Noi abbiamo preso parte al tour di due ore e mezza offerto da Staffa Tour, al prezzo di 35 sterline a testa. Purtroppo il tempo sull’isola è solo di un’ora, quindi state attenti a dividere bene il tempo tra la Grotta di Fingal, al livello del mare, ed il sentiero che porta in cima all’isola, dove si possono avvistare le pulcinelle di mare.

Un altro consiglio prezioso è quello di scegliere il tour early bird che parte alle nove della mattina, in questo modo c’è molta meno gente sull’isola.

Puffin Isola di Staffa
Centinaia di pulcinelle di mare in volo

Un’altra opzione per visitare Staffa è quella di prendere parte ad un Wildlife Tour nelle isole Treshnish per poter avvistare diverse specie di uccelli e mammiferi marini come i delfini.

Per un prezzo molto più elevato, si può addirittura entrare nella Grotta di Fingal a nuoto o in Kayak, noi ovviamente non lo abbiamo fatto perché sforava decisamente il nostro budget, ma se vi può interessare trovate tutte le informazioni qui.

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It