Quanto costa un viaggio in Islanda?

Da quando siamo stati in Islanda, abbiamo perso il conto delle volte che ci è stata posta questa domanda: quanto costa un viaggio in Islanda? La risposta breve è: tanto, soprattutto ad agosto. 

Premessa: i costi variano molto in base alla stagione in cui andate, ad agosto ovviamente costa tutto molto di più.

Tasso di cambio: 1€ = 111isk (corone islandesi) circa

Volo:

Noi abbiamo prenotato un volo Easy Jet 6 mesi prima della partenza e l’abbiamo pagato 370,53€ a testa facendo uno scalo a Londra. Nel corso di questi due anni, però, sono aumentate le offerte ed è più facile trovare voli a prezzi convenienti, è bene tenere controllati i vari siti di aggregazione dei voli come Skyscanner.

Come sempre, il prezzo cambia anche in base al periodo in cui si va.

Auto e benzina:

Noleggio auto:

Noi abbiamo noleggiato da Blue Car e ci siamo trovati benissimo. Abbiamo preso una delle macchine più economiche (una compatta) e ci è costata 1200€ con assicurazione. Essendo in quattro, abbiamo speso 300€ a testa. In inverno, però, i prezzi del noleggio si abbassano notevolmente.

Consiglio: se potete, viaggiate in gruppo. Questo aiuterà a ridurre il costo della macchina, che è una delle spese principali del viaggio.

Benzina:

196.72 isk/l, ovvero circa 1,77 al litro.

Multa:

Prendere una multa in un paese dove esiste una sola strada asfaltata è pressoché impossibile, ma noi ci siamo riusciti. Ebbene sì, abbiamo preso una multa a Reykjavik per un divieto di sosta che ci era sfuggito. La cosa buffa è che è una delle cose che ci è costata meno: 2500isk, ovvero circa 22 euro.

Alloggio:

La maggior parte delle notti le abbiamo passate in ostello, cottage o in piccole guesthouses in camere da quattro posti letto. Solamente due volte abbiamo dovuto optare per due stanze in albergo. In media, abbiamo speso 40€ a testa a notte.

Una sola notte l’abbiamo passata in campeggio spendendo circa 12/15€ a testa solamente per il posto macchina e l’utilizzo dei bagni (non avendo una tenda, ci hanno fatto uno sconto).

Stora Sandfell rooms and cottages

Cibo:

Come il resto, anche il cibo è caro. Anzi, probabilmente è più caro di tutto il resto. Per spendere poco e poter viaggiare di più, di solito noi compriamo le cose al supermercato e cuciniamo in ostello. Il problema dell’Islanda è che anche fare la spesa al supermercato costa molto. Di seguito degli esempi di prezzi approssimativi:

Banane: 260isk/kg (2,30 euro al kg)
Pane in cassetta: 200isk (1,80 euro)
Pacchettini di affettato: 200-250isk circa (circa 2 euro)
Formaggio cheddar a fette: 839isk  (7,50 euro)
Pasta: 186isk/kg  (1.70 euro/kg)
Biscotti tipo cookies: 200-250isk (circa 2 euro)
Yogurt tipico (Skyr): 152isk (1,35 euro)
Latte: 215isk/l (2 euro/l)
Uova (12): 626isk (5,60 euro)
Carne di buona qualità: 5000isk/kg  (45euro/kg)
Carne trita: 1400isk/kg (13euro/kg)
Acqua (1.5l): 231isk (2 euro)
Bottiglia di Coca Cola: 218isk/l (2 euro)
Birra in lattina: 300-500 isk (2,7-4,50 euro)
Shampoo: 400isk (3,6 euro)

Non riesco a trovare il prezzo del tonno in scatola ma sono sicura che costasse molto poco perché era sempre nel nostro carrello. Tra tutti i supermercati, il più economico è il Bonus. È impossibile non riconoscerlo: un maialino rosa su sfondo giallo. Noi abbiamo sempre fatto la spesa qui e non siamo mai usciti senza le sue buonissime ciambelle al cioccolato o al caramello. 😍

Quando si è per strada, non si avranno tutti i comfort del mondo, ma avrete l’opportunità di fare il miglior picnic con vista della vostra vita.

Picnic iceland
Picnic con vista sulla cascata di Dettifoss

Noi abbiamo cenato al ristorante solamente due volte. La prima volta ci siamo fermati in un pub e abbiamo ordinato degli hamburger con patatine al prezzo di 13.000 corone islandesi, ovvero circa 18 euro.

La seconda volta, invece, abbiamo optato per un menù degustazione a Reykjavik, al prezzo di circa 50 euro.

Sempre a Reykjavik, abbiamo provato quello che è considerato lhot dog più buono della città, al prezzo di 450corone (4 euro).

Attrazioni:

Laguna blu:

Noi, nell’agosto 2015, abbiamo speso 60€ a testa per il pacchetto comfort. Attualmente i prezzi sono un po’ più alti ed è necessario prenotare online, altrimenti rischiate di non entrare. Il prezzo varia in base all’orario d’ingresso e quanto prima prenotate. Ovviamente, dipende anche dal pacchetto che scegliete. Questi sono i prezzi standard:

Pacchetto standard: 6100isk (55€) e comprende ingresso e maschera viso (posizionata in secchielli a bordo vasca).

Pacchetto comfort: 8100 isk (73€) : pacchetto standard + un drink a scelta + asciugamano, ciabatte e un’altra maschera viso.

Noi Laguna Blu Islanda

Per chi vuole provare l’esperienza della piscina termale senza spendere un patrimonio, ci sono altre opzioni a prezzi inferiori. Noi abbiamo scelto la Laguna Blu e ci è piaciuta moltissimo, ma abbiamo sentito e letto opinioni molto positive anche sui Myvatn Nature Baths, decisamente più economici ma altrettanto belli.

Oltre a queste, è possibile partecipare ad escursioni organizzate come quella dell’avvistamento delle balene e del trekking sui ghiacciai, ma non avendole svolte non sappiamo dirvi i prezzi.

Quindi, in tutto quanto abbiamo speso? Per 10 giorni, compresi volo e macchina, abbiamo speso intorno ai 1300-1400 euro a testa. Questo contando che eravamo in quattro e che non abbiamo quasi mai mangiato fuori. E ora la domanda fatidica: ne vale la pena? Sì, assolutamente. Ogni centesimo.

Questo è tutto, ovviamente non ci sono costi relativi alle attrazioni naturali, ma direi che le altre spese bastano e avanzano.

Speriamo di aver aiutato qualcuno con queste informazioni, se avete domande non fatevi problemi a porcele! E se state per partire.. buon viaggio e mandateci le foto!

___

IMPORTANTE: I dati del noleggio auto e dell’alloggio si riferiscono al nostro viaggio fatto nell’agosto 2015. Tutti gli altri dati sono aggiornati al 2017.

4 commenti

  1. Aprendo il post avevo paura e invece mi aspettavo molto di peggio 🙂
    L’esperienza sarà stata sicuramente straordinaria.

    1. Ciao Laura, l’esperienza vale ogni centesimo speso! Secondo me il segreto è andare con il giusto numero di compagni, a me tre (oltre a me) è sembrato il numero perfetto 🙂

  2. Post super utile per giovani pronti a partire alla scoperta di una terra così selvaggia ma senza trovarsi impreparati! Bell’incoraggiamento 💪
    Grazie ragazzi 😘

    1. Che tenera, grazie mille <3 <3

Rispondi