Perché innamorarsi di Malta

Sapete quando stavate facendo qualcosa di importante al pc e inconsciamente vi ritrovate a guardare le offerte per i voli? (Cioè sempre!)

Ecco, il nostro viaggio a Malta è iniziato così. Una mattina mi sveglio e Dani mi dice “Amore andiamo cinque giorni a Malta a fine marzo? Ho già guardato i voli, costano 30 euro andata/ritorno e abbiamo il buono sconto di AirBnb da sfruttare”. Cosa fai, dici di no? Il giorno dopo avevamo già i biglietti.

Non so perché, ma Dani aveva questa fissa di voler andare a Malta, mentre io l’unica cosa che sapevo era dove si trovasse. Poi ho scoperto che semplicemente mi sta facendo fare il tour dei posti dove hanno girato Game of Thrones: prima la Croazia, poi Malta e la prossima meta sarà l’Irlanda.. io che nemmeno lo vedo! Però sono contenta di avere dato un’opportunità a questa isoletta, che di sicuro la merita.

Rabat, Gozo.

Perchè visitare Malta?

Malta è un paese da cui mi aspettavo poco niente se non un bel mare, che però a fine marzo non avremmo ancora potuto sfruttare. Invece mi ha sorpresa e non poco. Non so se è per la sua architettura araba, per quelle cabine telefoniche rosse inglesi che trovi in un angolino che sembra appartenere ad un’altra epoca, per la simpatia dei maltesi, per l’acqua di un colore mozzafiato o per le sue porticine colorate che mettono allegria. Malta è sicuramente una chicca da non perdersi e da godersi prima che venga invasa da orde di turisti per la stagione estiva. Dovrete forse rinunciare al mare, ma prometto che ne varrà la pena.

Le chiese

Malta è piena di chiese e sono una più bella dell’altra. Ce n’è una in particolare, rotonda, che mi ha colpito moltissimo, la Rotonda di Mosta. Purtroppo non abbiamo avuto tempo di visitarla, ma ogni volta che passavamo in quella zona con il pullman mi attaccavo al finestrino per godere per un istante della sua maestosità. Ho visto la foto del suo interno solo dopo essere tornata a casa e mi sono mangiata ancora di più le mani per non esserci entrata, la cupola è a dir poco spettacolare! Non fate come noi, ritagliatevi quei pochi minuti per andare a vederla, sono sicura che dal vivo è ancora più bella che in foto. All’interno della sacrestia è conservata la copia di una bomba che durante la Seconda Guerra Mondiale cadde proprio all’interno della chiesa, senza esplodere.

In ogni angolo delle strade di Malta troverete una chiesa: nell’arcipelago maltese ci sono in tutto 359 chiese, tutte bellissime. Nel centro di Valletta c’è la famosa Concattedrale di San Giovanni, che ospita moltissimi capolavori di artisti come Caravaggio (noi purtroppo non siamo riusciti a visitarla, controllate gli orari!).

Chiesa Ta’ Pinu, sull’isola di Gozo

L’architettura: balconi maltesi e porticine colorate

Devo essere sincera: la pulizia non è il loro forte. Le strade sono sporche e non si capisce bene la logica con cui viene ritirata la spazzatura, dal momento che a qualsiasi ora  del giorno e della notte si trovano sacchetti neri per le strade. Se devo dirla tutta, però, le casette di pietra gialla con quei balconi colorati e le porticine allegre ti rubano subito l’attenzione, distraendo lo sguardo.

Cospicua, Three Cities, Malta.

I balconi tradizionali maltesi sono chiusi, di ogni colore, forma, e decorazione. Un’altra caratteristica bellissima è che ogni casa ha il suo nome: fuori dalla porticina colorata troverete una targhetta col nome della casa o del santo a cui è dedicata. Noi abbiamo passato una giornata intera a vagare tra le viette e fare foto alle case!

Gli inglesi, poi, hanno lasciato in retaggio le famose cabine telefoniche rosse, che stonano alquanto con il resto degli edifici, ma che caratterizzano le vie di tutta l’isola.

Marsaxlokk, Malta

Il cibo tipico

Il cibo tipico maltese è un misto tra quello di tutti i paesi che l’hanno influenzata geograficamente e storicamente, ma tra tutti quello che ha influito in modo più evidente è stata l’Italia meridionale, con la sua cucina dai sapori forti e decisi.

Di ritorno dall’isola di Gozo ci siamo fermati in un baretto vicinissimo alla stazione dei pullman per una cena tipica veloce. Dani ha preso i Bragioli, ovvero i loro tipici involtini di carne. Io ho voluto tentare la sorte con il Ftira biż-żejt, una porzione di pane maltese ripieno di pomodori secchi, salsiccia maltese aromatizzata al coriandolo, capperi, olive, formaggio di capra, aglio e cipolla: buonissimo, ma solo per stomaci forti, ovvero non il mio.

Purtroppo non abbiamo assaggiato tutti i piatti tipici, ma state sicuri di una cosa: a Malta si mangia bene. Ci sono ristoranti e bar di tutti i tipi e per tutte le tasche. Noi, ad esempio, per risparmiare tempo e denaro, abbiamo più volte mangiato un pastizzi per strada alla modica cifra di 50 centesimi! I pastizzi sono delle specie di panzerotti fatti di pasta sfoglia ripieni che troverete praticamente ovunque: tra tutti, noi consigliamo quello ripieno di ricotta, specialmente se riuscite a trovarlo appena sfornato, buonissimo! Per chiudere in bellezza, potete accompagnarli con una bella Cisk fresca, la birra locale, oppure con il Kinnie, ovvero l’equivalente maltese del nostro chinotto.

Una cosa che mi è sembrata molto strana è che nonostante Malta sia un’isola, il pesce viene cucinato veramente poco. Pensate che il piatto nazionale, il Fenek, è il coniglio in umido! Ovviamente anche quello rigorosamente servito con patate, che non mancano mai e sono coltivate ovunque.

Il mare mozzafiato

Il mare di Malta è qualcosa di spettacolare. Una delle cose che ci è piaciuta di più sono stati i giri in barca tra le sue acque cristalline. Il primo l’abbiamo fatto quando siamo andati a vedere la Blue Grotto, il secondo era compreso nel biglietto di ingresso per il villaggio di Popeyee ed è stato divertentissimo 🙂

La nostra solita fortuna ha voluto che l’Azure Window crollasse due settimane prima del nostro arrivo durante un temporale con forte vento. Si trattava del famoso arco naturale di roccia che è stato anche set  della primissima puntata di Game of Thrones, vi lascio immaginare come ci è rimasto Dani quando l’ha scoperto! Nonostante questo, la zona merita comunque una visita. Noi ci siamo presi del tempo per sederci e rilassarci sotto al sole, ascoltando il rumore del mare.

La simpatia dei Maltesi

A Malta la vita sembra rallentata. Gli orari non esistono (nemmeno i pullman in orario), le persone sono tranquille, serene e rilassate. Non è difficile che una signora ti saluti alla fermata dell’autobus o che ti sorrida mentre passeggi. Malta è l’isola in cui uno sconosciuto di passaggio ti fa una battuta prima di andarsene, anche dal finestrino del suo furgoncino in corsa.

7 commenti

  1. Le più belle avventure iniziano sempre per caso, soprattutto con un biglietto aereo 😊 bellissime foto 😍

    1. Grazie mille 😍 quando non ti aspetti niente arriva sempre qualcosa a stupirti (:

  2. Volevo troppo andare questa primavera con il mio ragazzo, ma poi la storia travagliata di uno studente e una lavoratrice non l’ha permesso. Comunque sarà uno dei prossimi gateway, esclusivamente fine primavere o inizio autunno per evitare la ressa! mi sembra un posto che va vissuto con calma 🙂

    1. Spero che riusciate ad andarci presto perché è veramente bella! A me ha sorpreso molto e sì sono d’accordo che è un posto che va vissuto con calma, con i ritmi degli abitanti e apprezzando le piccole cose 😊

  3. […] abbiamo già raccontato perché innamorarsi di Malta, ma adesso vogliamo parlare delle cose da visitare che abbiamo amato di più e che riteniamo […]

  4. […] abbiamo già ripetuto all’infinito quanto ci sia piaciuta Malta, vi abbiamo fatto vedere foto di posti spettacolari e raccontato dei suoi colori e della sua […]

  5. […] è stato girato all’ingresso della città antica di Mdina, uno dei posti che ci ha fatto innamorare di Malta, nonché antica capitale del […]

Rispondi