I cibi più strani che abbiamo assaggiato in viaggio

Cibi-più-strani-del-mondo

Se avete letto la nostra presentazione, avrete capito che ci piace moltissimo assaggiare i cibi tipici di ogni paese ma anche i cibi più strani che troviamo in giro per il mondo. Devo ammettere però che Dani in questo mi batte alla grande, io arrivo fino ad un certo punto e poi non ce la faccio, e di certo non sono schizzinosa.

Ecco le cose più strane che abbiamo assaggiato fino ad ora durante i nostri viaggi.

Natto – Giappone

I natto non sono altro che semi di soia fermentati e spesso sono elencati tra i cibi più strani da mangiare, tant’è che erano anche in una prova di Pechino Express per chi lo guarda. A vederli fanno effettivamente un po’ senso perchè filano, ma il sapore non è così male. Quando siamo andati in Giappone Dani ne era ossessionato, ogni volta che entravamo al Seven Eleven comprava il rotolino di sushi con dentro i natto.

Una prova facile, tutto sommato, anche per i più schifiltosi.

natto cibi strani giappone

Natto cibi più strani giappone
Immagine di Tamaki Sono

Squalo putrefatto (Hákarl)- Islanda

Tra i cibi più strani al mondo non può mancare lo squalo marcio, piatto tipico islandese che Dani ha assaggiato durante il nostro primo viaggio assieme, in Islanda. Questo non ho avuto il coraggio di provarlo, solamente l’odore era nauseante (puzza di ammoniaca!). Lo squalo viene sotterrato e lasciato fermentare sottoterra per mesi, infine viene estratto e appeso ad essiccare. Si dice faccia bene… se riuscite a resistere.

Cibi più strani del mondo Hakarl squalo putrefatto islanda
Foto di Chris Wronski

Haggis – Scozia

L’haggis è il piatto tipico scozzese per eccellenza. Si tratta delle interiora di pecora tritate e insaccate all’interno della membrana dello stomaco della pecora stessa. Assomiglia al nostro cotechino, ma il sapore non è ben definito. Dani ha avuto lo stomaco di mangiarlo alle otto di mattina uno dei primi giorni in cui eravamo qui in Scozia (leggi il racconto del nostro primo mese in Scozia), io ne ho assaggiato un angolino minimo perché sto aspettando di trovarne uno che abbia almeno lontanamento un aspetto invitante, perciò vi terremo aggiornati.

Haggis cibi strani Scozia

Insetti – Cina

Alcuni lo chiamano il cibo del futuro, altri non li possono vedere nemmeno in foto. Ancora prima della prima volta che sono stata in Cina avevo il desiderio di provarli, un po’ per mettermi alla prova e un po’ per curiosità. E ovviamente anche quando sono poi tornata a Pechino con Dani ha voluto recuperare, abbiamo assaggiato entrambi scorpioni, cavallette e scorpioncini piccoli. Dani voleva assaggiare il ragno, ma per qualche strano motivo (e meno male) è piuttosto caro. A parte lo scorpione, che è veramente duro, gli altri non fanno così tanta impressione, si sente solamente il sapore del fritto e delle spezie che vengono messe sopra.

 

Marmite – Regno Unito

Io non capisco cosa ci abbiano trovato gli australiani in questo Marmite per volerlo a tutti i costi copiare, perché è veramente terribile. Si tratta di una crema spalmabile all’estratto di lievito, densa e appiccicosa, che come dicono gli inglesi “o la ami o la odi”. Ecco, personalmente noi rientriamo in quest’ultima categoria, mai più!

My Mate Marmite(s) with Champagne or Guinness

Tè col burro di yak – Tibet

Tè tipico tibetano, che ho avuto modo di provare durante il viaggio nelle zone tibetane della Cina. Più che tè col burro, si può parlare di burro fuso con un po’ di te vista la quantità che gliene mettono. Non sono riuscita ad andare oltre al primo sorso, una cosa a dir poco terribile.

cibi strani tè tibetano

Durian – Asia

Il durian è un frutto presente in Asia, in diverse varianti. Puzza talmente tanto che in alcuni luoghi pubblici sono esposti dei cartelli con scritto “vietato introdurre Durian”, e ho detto tutto. Qualcuno dice che una volta che si supera la puzza il sapore non sia così male, io l’ho assaggiato ma continuo a pensare che sia terribile tutto!

durian cibi strani cina

Quali sono i cibi più strani che avete assaggiato? Fatecelo sapere nei commenti 🙂

44 Risposte a “I cibi più strani che abbiamo assaggiato in viaggio”

  1. Ciao, articolo molto originale! 😉 Tra i cibi nominati ho provato solo la Marmite e sono pienamente in accordo con voi: pessima!
    Valentina

    1. Grazie mille Valentina! Siamo contenti che ti sia piaciuto ☺ la Marmite, mamma mia, ne ho assaggiata una punta di cucchiaino e mi è bastata per l’eternità 😂

  2. Complimenti! Avete fatto decisamente delle esperienze… interessanti! Io nella mia carriera posso vantare il coccodrillo e il canguro in Australia (ma non fanno senso) e poi il cuy ah horno in Perù. Che cos’è il cuy? Eh sì, è quel tenerissimo animalino peloso che noi conosciamo come porcellino d’India. Visto da cotto sembra invece un grosso topone… https://viaggimarilore.wordpress.com/2012/11/06/non-scambierei-mai-un-gamberetto-con-una-cavalletta-ma/

    1. Poverinoooo 😢 anche noi abbiamo assaggiato degli animali “particolari” ma io personalmente da amante degli animali me ne sono pentita subito 🙆

  3. Decisamente non sono invitanti…starò ben in guardia da questi cibi! E’ vero che in viaggio il mantra è EAT LOCAL, ma alcune volte meglio di no!

    1. Ciao Stefania, hai ragione 😂😂 noi siamo troppo curiosi per non farlo

  4. Un post da non leggere assolutamente prima di mangiare! Ahahaha… Sei stata molto coraggiosa, io non so se sarei riuscita ad assaggiarli tutti!

    1. Io ci provo sempre, ma con alcune cose come lo squalo marcio ci vuole ben altro che coraggio 😂😂

  5. Concordo con le tue valutazioni! Soprattutto su insetti e Durian (che ho assaggiato in Thailandia). Per quanto riguarda gli insetti è solo un limite mentale, perchè poi il sapore è davvero minimo (io però ho assaggiato anche i bruchi, che sono molto più succosi ahaha)

    1. Hai ragione! Dopo il primo si mangiano come patatine 😂😂😂 scherzo, però effettivamente è:) solo l’idea che lascia un po’ così, superata quella il sapore non è male

  6. Allora io ho assaggiato insetti e serpente in Cina e una volta fritti sanno di fritto, il durian mi ha fatto quasi morire da tanto faceva schifo! Mentre la cucina Tibetana l’ho assaggiata in Nepal e qualche piatto mi è piaciuto davvero tanto…. Adoro anch’io andare in giro e assaggiare cibi locali…

    1. La cucina tibetana è buonissima, è solo il tè col burro che lascia a desiderare 😂

  7. Tra meno di un mese parto per la Thailandia vediamo un pò cosa offre la cucina locale ci prepariamo ad assaggiare cibo di strada di ogni genere.

    1. Non ci siamo ancora stati, ma immagino che troverai di tutto e di più 😂

  8. Con questo articolo ti sei veramente superata tesoro!
    Noi vorremmo provarli tutti ma poi, una volta giunta l’ora, ci tiriamo indietro quasi come se ci fosse una barriera mentale che ci urla “GIAMMAAAAAIIII”. 😂
    Quest’anno sarà uno dei nostri propositi quello di provare a mangiare qualche cibo strano.
    Promesso!
    Un abbraccio,
    Engi e Chri

    1. Grazie mille amici 😍😍 l’idea stavolta è stata di Dani, è lui che ogni volta non vede l’ora di assaggiare cose strane di cui io non so nemmeno l’esistenza e mi trascina con sé 😂
      Il trucco è chiudere gli occhi e ingoiare 😂 la prima volta che sono stata a Pechino sono andata al mercato notturno tutta convinta di voler mangiare gli insetti, ma mi è bastato l’odore a farmi cambiare idea😂 la seconda volta è andata meglio!
      Ricambiamo l’abbraccio ❤

  9. golosiitineranti dice: Rispondi

    Mamma mia, certi cibi non li avevo mai sentiti nominare! Io ho mangiato l’haggis e mi è piaciuto molto, sapeva di carne macinata. Il natto mi ha nauseata anche se l’ho mangiato in formato sushi..no, non mi è piaciuto affatto >_<
    Non mi sembra di aver mangiato altre cose strane, forse vi direi la yuba (pelle di tofu) tipica di Kyoto..oppure dei polipetti con dentro un uovo di quaglia (sempre giapponesi), che erano ottimi.
    Mi piacerebbe assaggiare il cosiddetto uovo centenario cinese, un uovo fatto fermentare nella cenere per un mese..praticamente marcio, ma pare sia buono..

    1. Quasi tutti mi avete scritto che vi è piaciuto l’Haggis, sono colpita! Io proprio non riesco ad andare oltre al primo morso 😱 Ne ho sentito parlare dell’uovo, se lo provate fateci sapre com’è!!

  10. Amo mangiare local quando sono in viaggio ma la maggior parte di questi cibi non li avrei nemmeno provati, perché sono vegetariana. :/ Anzi mi sono sentita male all’idea.
    A Dharamsala ho assaggiato il tè al burro, trovandolo rivoltante. Credo che però da loro abbia un senso.

    1. Tra l’altro la cucina tibetana è buonissima, ma quel tè… mamma mia!

  11. Dei cibi che avete assaggiato noi abbiamo provato solo l’haggis e non ci è affatto dispiaciuto (in dosi contenute!). Non credo potrei mai assaggiare lo squalo marcio e gli insetti, il solo pensiero mi fa venire i brividi!

    1. Con gli insetti è veramente solo una cosa mentale, sanno solo di fritto. Per lo squalo invece io non sono riuscita nemmeno ad avvicinarmi da quanto puzzava 😂😂

  12. Al momento non ho testato nessuno di questi cibi ma vi faccio i complimenti per il coraggio!
    Anche a me piace provare i cibi locali quando viaggio ma voi siete veramente a un livello professionistico mentre io sono ancora una dilettante ;P

    1. Hahah grazie! La curiosità vince su tutto, ma ti assicuro che provare certe cose è stato tutt’altro che piacevole 😂😂

  13. Che coraggio ad assaggiare tutte queste cose. Io mangiai il Durian a Kuala Lumpur e volevo morire! Mi ricordo il conato che mi prese… X non parlare poi della puzza. Tremenda!!!!!

    1. Hahaha mamma mia, tremendo!! Non capisco come possa piacere 🙆

  14. allora siete davvero troppo coraggiosi ad aver assaggiato tutte queste cose. Gli insetti davvero mai e poi mai! Però chapeau a voi!

    1. E pensa che a nostro parere in questa lista sono il meno peggio!! 😂

  15. Certo che ne esistono davvero di stranissimi! Quello appicicosiccio l’avevo visto a Pechino Express e faceva un po’ senso. In realtà io sono molto curiosa di assaggiare gli insetti grigliati. Secondo me non sono male!

    1. Non sono male affatto! Sembrano patatine 😂 la prima volta che ho assaggiato la cavalletta mi aspettavo chissà che cosa e invece sapeva di fritto ed era buona ahaha

  16. Bellissimo questo articolo!! Non sapevo nulla del durian, nè tantomeno del marmite!! E mamma mia, lo squalo marcio! Solo al pensiero mi viene la nausea!

    1. Anche a noi a ripensarci 🙆 tremendo! Non so come facciano a mangiarlo… ho capito che fa bene, ma c’è un limite a tutto!

  17. Ok. In alcuni momenti mi sono sentita male. Sapevo dello squalo islandese che con tutta la buona volontà…anche no! Anche con gli insetti sarei davvero in difficoltà, lo ammetto. Eppure sono il cibo del futuro, dicono. Il resto lo potrei anche provare…giusto per…

    1. Non credo saranno mai il cibo del futuro onestamente 😂😂 anche noi proviamo giusto per provare 🙂

  18. Pur non avendo mai mangiato cose particolarmente “strane” (a parte delle formiche giganti fritte.. ma non sapevano di molto), penso di ritrovarmi un sacco in voi per questa voglia di assaggiare i cibi locali, anche se per la nostra cultura non ci siamo abituati e quasi ci fanno schifo alla vista. Prima o poi una cavalletta gigante fritta finirà anche nel mio di stomaco… un po’ di coraggio e via! 😄

    1. Formiche giganti fritte? Questa mi è nuova! La cavalletta era quasi buona 😂😂 per noi è parte fondamentale del viaggio, fai bene! Facci sapere cosa hai mangiato quando accadrà 😉

  19. Mi sono divertita un sacco leggendo questo post. Anch’io sono una che assaggia tutto ma credo che di fronte ad alcuni di questi cibi avrei gentilmente declinato l’invito. A questo punto se andate in Perù dovete provare il cui (porcellino d’india arrosto). Non è tanto terribile sapere cosa stai mangiando, ma la forma che assume una volta cucinato.

    1. Ciao, ti avevo risposto ma è andato perso da qualche parte! Dobbiamo ammettere che con alcuni è stato più difficile che con altri, ma è sempre divertente assaggiare le cose strane. Il porcellino d’india mi fa tenerezza, non so se riuscirei 🙂

  20. Cavolo! Davvero cose assurde e che purtroppo (o no) io non mangerei mai! Ho il difetto di essere piuttosto schizzinosa e quindi con me non ci sarebbe partita! Però interessante, ovvio!

    1. Non è necessariamente un difetto 😂😂

  21. chiaracarolei dice: Rispondi

    Ragazzi complimenti per il coraggio! Sono sostenitrice del fatto che si debba assaggiare tutto in viaggio perché fa proprio parte della cultura ma… non sempre sono così coraggiosa 😀

    1. Ciao Chiara, a pensarci forse nemmeno io, ma una volta che sei lì chiudi gli occhi e via 😂 sono le cose più belle da raccontare!

  22. Solitamente vengo attratta dai post sul cibo ma leggendo queste pietanze non saprei che fare se mangiare o digiunare. I semi di soia fermentati saranno acidi immagino. Non ho capito se lo squalo lo lasciano sottoterra così com’è e quindi viene prima digerito dai batteri decompositori e poi mangiato dagli umani( non ci posso credere) oppure viene lavorato prima di sotterrarlo. Di tutti però quello che mi fa venire il voltastomaco è il tè al burro, no, non ce la posso fare.
    In Puglia, a Taranto, ci sono dei frutti di mare – tartufi di mare o in dialetto spuenz- che hanno l’odore e il sapore di acido fenico. Io li adoro.

    1. Noi le abbiamo solo assaggiate, con un pasto a base di queste cose non sopravviveremmo ahah… comunque sì che io sappia lo sotterrano senza testa appena pescato, senza alcun trattamento 😱. I tartufi di mare ci mancano!

Rispondi